Abitati da consolidare- legge 9 luglio 1908, n. 445 e succ. disposizioni

 

In ottemperanza all’art. 56 delle Norme Tecniche di Attuazione del RUE, si pubblica la specifica normativa e zonizzazione approvata dal Consiglio Comunale:

-    con Deliberazione n. 64 del 30/06/1993 per il capoluogo di Fornovo di Taro;

-    con Deliberazione n. 42 del 13/06/1996 per l’abitato di Piantonia.

Art. 56 - Abitati da consolidare e trasferire

1. Le tavole di piano individuano le zone degli abitati da consolidare e trasferire di Fornovo e di Piantonia, definite in conformità alle disposizioni vigenti ed in
particolare alla Circolare Regionale n° 3004 del 9/4/91.
 
2. Nelle suddette zone, gli interventi previsti dal piano sono consentiti nel rispetto di ogni altro limite e prescrizione stabilito dalla specifica normativa approvata dal
Consiglio Comunale. In particolare i nuovi edifici, da realizzare nelle zone a monte di via Endrumaschi, via Repubblica e via Cardinal Ferrari che possono essere
realizzati in base alle classificazioni di piano non potranno avere altezza superiore a ml 8,00, indipendentemente dalle densità edilizie e da ogni altro indice previsto dal
piano stesso dove per altezza superiore deve essere intesa l’altezza del fronte più alto.
 
3. Nelle aree dell’abitato da trasferire di Citerna, classificate come ambiti urbani consolidati e come ambiti per attività produttive dal presente piano, in attesa delle
determinazioni di cui al comma precedente, sono ammessi esclusivamente i seguenti interventi:
 
  • opere interne;
  • manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • restauro scientifico;
  • restauro e risanamento conservativo;
  • demolizione senza ricostruzione;
  • recupero e risanamento delle aree libere;
  • ristrutturazione edilizia, escluso il ripristino edilizio.
 
4. Le aree di cui al precedente comma sono individuate con apposito simbolo nelle tavole di piano.