FORO 2000 - SALA CIVICA

Il Consiglio Comunale con propria deliberazione n°. 18 del 27 aprile 2017 ha approvato il REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DELL’AREA ATTREZZATA FORO 2000, DELLA SALA CIVICA E DELL’ANNESSA CUCINA. 

Le Strutture sono riservate prioritariamente allo svolgimento delle attività istituzionali da parte dell’Amministrazione Comunale, dei gruppi consiliari e dei servizi comunali, nonché per iniziative organizzate o promosse dal Comune di Fornovo di Taro o da associazioni, enti ed istituzioni in collaborazione e con il patrocinio dell’Ente.

Compatibilmente con le necessità di cui sopra, le strutture possono essere concesse temporaneamente in uso ad enti pubblici, associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, associazioni ed organizzazioni culturali, sportive, politiche, sindacali ed economiche nonché a enti privati e comitati per attività nelle quali si esplica la vita organizzata della comunità, ovvero iniziative di promozione sociale, culturale, artistica, educativa e del territorio quali, a titolo esemplificativo, manifestazioni pubbliche, mostre, rassegne, assemblee, dibattiti, incontri, corsi di varia natura, convegni ed ogni altro tipo di attività politica, sociale, sindacale, culturale, che non abbia scopo di lucro salva l’ipotesi di raccolta fondi per opere a carattere benefico e che sia compatibile con la destinazione d’uso delle Strutture.

Le iniziative o manifestazioni che beneficiano di quanto previsto nel presente regolamento devono caratterizzarsi per le seguenti finalità pubbliche:

- perseguimento di interessi generali o diffusi della comunità locale;

- promozione della partecipazione dei cittadini alla vita della comunità e dell’attività degli Enti, delle libere forme associative e delle associazioni di volontariato operanti nel territorio.

 

ONERI DOVUTI. CASI DI CONCESSIONE IN USO GARTUITO.

L’uso temporaneo delle Strutture viene concesso:

  1. normalmente dietro pagamento delle tariffe determinate dalla Giunta Comunale, comprensive del rimborso spese per le utenze, per la gestione dei rifiuti e l’utilizzo delle attrezzature in essa presenti;
  2. a titolo gratuito:
    1. per le attività organizzate:

- da associazioni, enti ed istituzioni in collaborazione o promosse dal Comune di Fornovo di Taro o con il patrocinio dell’Ente;

- dagli enti pubblici territoriali;

- dagli Istituti Comprensivi Scolastici;

- dalle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri di cui all’art. 4 della L. R. 34/2002;

- dalle associazioni di volontariato, associazioni ed organizzazioni culturali, sportive, politiche, sindacali ed economiche, aventi sede nel territorio comunale o attivi su di esso;

Sarà sempre dovuta la tariffa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti secondo le metodologie della raccolta differenziata.  

 

OBBLIGHI DEL CONCESSIONARIO

Il Concessionario è tenuto all’uso diligente degli spazi e delle eventuali attrezzature concesse, rispondendo di eventuali danni arrecati alle Strutture durante l’utilizzo dei locali.

Le Strutture vengono concesse nelle condizioni di funzionalità in cui normalmente si trovano ed il Concessionario ha l’obbligo di riconsegnarle nelle stesse condizioni.

Nel caso in cui manifestazioni particolari richiedano l’impiego di attrezzature ed impianti speciali non compresi tra quelli messi a disposizione dal Comune, questi sono a totale carico del Concessionario.

Il Concessionario è tenuto ad assumersi l’onere per eventuali forniture straordinarie di utenze (acqua, energia elettrica, ecc.) necessarie allo svolgimento dell’evento.

Il Concessionario è tenuto ad assumersi l’onere per eventuali danni arrecati ai servizi, alle Strutture ed agli spazi concessi, ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione Comunale.

Il Concessionario è tenuto ad assumersi ogni responsabilità, sollevando da essa il Comune, verso i terzi ed aventi causa per qualsiasi danno od incidente provocato a persone, cose ed animali all’interno della struttura occupata, per cause imputabili all’attività autorizzata o al mancato rispetto delle prescrizioni disposte con l’atto autorizzativo.

E’ fatto obbligo al Concessionario di segnalare immediatamente al Comune o ad altro soggetto da questo delegato danni e/o guasti rilevati durante l’uso, anche se provocati da terzi.

Il Concessionario è tenuto a garantire il regolare svolgimento dell’attività programmata e dovrà pertanto provvedere ad acquisire le preventive autorizzazioni e/o licenze previste per il tipo di attività organizzata e saranno a Suo totale carico gli eventuali oneri a favore di altri Enti (Bolli, SIAE, USL, ecc.).

I locali concessi non possono essere destinati ad uso diverso da quello per il quale sono stati concessi.

Il Concessionario deve altresì assumersi l’incarico della pulizia e riordino dei locali e/o dell’aree concesse in uso entro 12 ore dal termine dell’utilizzo, tramite affidamento a volontari oppure ad imprese specializzate, anche individuali, scelte dai concessionari stessi e l’avvenuta pulizia dovrà essere certificata al Comune, o ad altro soggetto da esso delegato, all’atto della riconsegna.

La raccolta e lo smaltimento dei rifiuti deve avvenire, a carico del Concessionario o suo delegato,  secondo le metodologie della raccolta differenziata così come previsto per tutto il territorio comunale utilizzando i contenitori adeguati alla tipologia del rifiuto e riporre i contenitori negli spazi opportunamente predisposti.

Il mancato rispetto delle disposizioni di cui al comma precedente costituirà motivo ostativo ad una nuova concessione di locali in uso temporaneo nonché l’affidamento immediato del servizio di pulizia da parte del Comune, con onere a carico del Concessionario inadempiente.

La sorveglianza degli spazi durante l’uso è affidata al titolare della Concessione temporanea, a cui sono consegnate le chiavi per l’apertura e la chiusura delle strutture.

In caso di Concessione per periodi lunghi, è vietato lasciare in deposito, presso le Strutture, strumentazione o qualsiasi tipo di materiale, lo stesso dovrà essere rimosso al termine di ogni evento e dovranno essere rispettate le prescrizioni imposte dal presente Regolamento previste per ogni singola Concessione.

Al termine dell’utilizzo le chiavi dovranno essere restituite al Comune o ad altro soggetto da esso delegato.

Non sono consentite la cessione ad altri né la duplicazione delle chiavi.

 

RICHIESTE

Le richieste di Concessione in uso temporaneo delle Strutture devono essere presentate almeno 15 giorni prima della data per cui se ne chiede la disponibilità al responsabile del Settore competente.

Per iniziative a cadenza fissa per medio/lunghi periodi (esempio corsi a cadenza settimanale per più giornate) le domande devono pervenire con specificate tutte le date interessate dall’evento.

La domanda deve essere formalizzata, esclusivamente, in forma scritta utilizzando il modulo predisposto dall’Amministrazione comunale e vanno indicati:

- i dati del soggetto richiedente;

- il codice fiscale/partita IVA;

- un recapito telefonico;

- tipo di manifestazione, nonché oggetto, data, durata, destinatari dell’iniziativa e gli eventuali tempi di allestimento dei locali o aree, allegando il programma;

- quale struttura verrà utilizzata: Sala Civica, Area scoperta Foro 2000 e/o cucina;

- dichiarazione di assunzione della responsabilità civile e penale relativamente all’attività che viene svolta ed alla pubblica incolumità nonché assunzione di ogni onere in caso di danni alle strutture utilizzate;

- indicare se sono state attivate eventuali Polizze Assicurative;

- l’accettazione in toto delle norme del presente Regolamento;

- il nominativo del responsabile dell’evento a cui affidare le chiavi;

- con la sottoscrizione della richiesta il Concessionario si impegna al pagamento degli eventuali oneri richiesti a titolo di canone di occupazione.

La Concessione verrà rilasciata da Responsabile del Settore competente e l’effettivo utilizzo dell’area sarà subordinato al possesso, da parte del Concessionario, delle autorizzazioni necessarie per legge per poter svolgere quel tipo di manifestazione/evento ed al pagamento del canone di concessione.

Le richieste vengono esaudite secondo l’ordine cronologico di presentazione.

La comunicazione dell’esito della richiesta viene effettuata entro 7 giorni dalla data di presentazione.

Sulla Concessione saranno indicate le eventuali prescrizioni relative all’utilizzo delle strutture ed alla riconsegna dei locali.